MAURÉ

C’è chi la conosce già …

poiché, ripetuta-mente, ho raccontato

la mia, indiscutibile, verità …

 

Una notte … mentre dormivo profonda-mente …

improvvisamente mi sono ri-svegliato …

… cambiato, totalmente …

 

Incredibilmente,

ho sperimentato, personalmente,

cosa significa tornare ad Essere …semplice,

ingenuo ed innocente come un bambino …

consapevole, però, del fatto che,

in quel preciso istante,

ho provato una grandissima emozione …

durante la quale ho visitato il paradiso

ed ho avuto il primo contatto col divino …

 

D’allora, quel “piccolo ME” …

(dall’inconsapevole gente)

viene chiamato, semplicemente: “Mauré”!

anche se loro non sanno che

esiste pure un altro me,

orgoglioso, pungente, a tratti esilarante

che nulla ha a che fare col vero Sé …

 

Perché quest’ultimo, ora l’ho capito,

è colui il quale, per un istante, ha vagato,

meravigliato, nell’infinito …

ed è poi tornato, intontito,

per ritrovare l’equilibrio perduto …

che sta esattamente a metà

tra i due opposti della dualità …

 

Ora chiunque (pure “te”) avrà compreso che,

esistono, contemporanea-mente, almeno, tre ME …

 —

Annunci