IMPOSSIBILE!

 

<<Dio è concepibile?>>

 

Mi chiede astuta-mente la mente,

al che, ovvia-mente,

non posso che rispondere, semplice-mente

 “Impossibile!

 

Poiché, secondo ME …

 solo Lui può aver concepito se stesso

rinunciando al suo Essere primordiale,

unico, fenomenale,

da cui, per scissione, probabilmente,

potrebbe aver avuto origine la creazione …

 

Egli È, dunque, in ogni cosa,

visibile (la materia) ed invisibile (il sentimento)

e chi volesse distinguerlo tra queste due entità,

s’allontanerebbe, probabilmente, dalla Verità …

 

Cosa che, evidentemente,

ha fatto quella parte d’umanità,

che ha scelto l’una o l’altra via

allontanandosi dalla realtà …

 

<<Ma allora “io” …

posso affermare, serena-mente,

d’essere stato concepito dal mio D-IO (?!)>>

 

… <<Ludwig Feuerbach afferma: “Il sentimento è l’essenza umana della religione, il centro del nostro essere e, nel tempo stesso, è una potenza distinta ed indipendente. È in te ed è al di là di te: è il tuo essere più tuo, ma che si coglie come altro; è in una sola parola, il tuo D-io. Allora perché vuoi tu distinguere da questo essere che è in te un altro essere sostanziale? Come fosse qualcosa al di là del tuo sentimento?>> …

(Fonte: Armando Torno, “Pro e contro DIO – Tre millenni di ragione e di fede”. (c) 1983 Mondadori, pag. 219)

Annunci